Corriere del Veneto

PDFStampaE-mail

Corriere del Veneto di Mercoledì 30 Gennaio 2013

Il film

Oltre mille alla «prima» sul caso Pescia

 

Lo sconforto per le indagini della autori­tà che procedono al rallentatore; la ten­tazione della vendetta, presto abbando­nata; l'idea di aiutare i bambini delle fa­velas, che si fa strada quando la ferita brucia ancora. Sono questi i temi al cen­tro di «Urla nel silenzio», ilfilm che rico­struisce la vicenda del giovane padova­no Andrea Pescia, ucciso in uno scontro a fuoco a Fortaleza, in Brasile, nel feb­braio del 2006. Il film, ispirato all'omo­nimo libro del padre Bruno e realizzato da amici e volontari dell'onlus «Andrea Pescia», è stato presentato ieri in anteprima al Cinecity di Limena (Padova), con una doppia proiezione ad invito che ha richiamato 1.150 spettatori. Il ricava­to verrà devoluto alla scuola materna di Fortaleza, che porta il nome di Andrea e ospita circa 15o bimbi fra tre e sei anni. Oltre a Bruno Pescia, alle riprese hanno partecipato anche Samia Da Silva, l'ex compagna di Andrea, e suo figlio André Junior, che interpretano se stessi; la sto­ria si svolge tra il Veneto e il Brasile, con diversi scorci sull'aeroporto Marco Polo e Prato della Valle.

Alessandro Macciò

joomla template