Bruno Pescia in Brasile

PDFStampaE-mail

Il Gazzettino di Sabato 20 Luglio "Padova eventi"

Ecco la scuola per i bambini

nel nome di Andrea

(L.M.) «La escola è stupenda pur in un contesto terribile di un paese in crisi ma è una gioia vedere la felicità dei 151 bambini che la frequentano». Bruno Pescia è rientrato da pochi giorni da Fortaleza, la città brasiliana dove si era trasferito il figlio Andrea e dove, a 31 anni, è stato assassinato nel 2006. Un dolore fortissimo che la famiglia Pescia ha voluto e saputo trasformare in un grande amore per i bimbi della favela di Fortaleza dove ha costruito una scuola intitolata al figlio tragicamente scomparso. «Una escola in una favela è un caso unico ma è un'opportunità unica peri bambini, in età prescolare, che la struttura accoglie. Andrea Pescia aveva trovato la morte per mano di un rapinatore di 19 anni, già autore dì altri 2 omicidi. Un ragazzo che Andrea conosceva che nei giorni precedenti l'omicidio aveva compiuto un furto nella sua abitazione. I genitori oltre al grande dolore per la perdita del figlio dovettero affrontare anche una serie di complicate vicissitu­dini burocratiche che resero ancora più dolorosa la perdita.

Per raccontare la terribile vicenda, nel 2008, il padre ha scritto un libro "Urla nel silenzio. Il caso Pescia" che è diventato un film presentato al pubblico padovano nel novembre scorso al The Space Cinema di Lirnena. Una pellicola, come racconta io stesso Pescia, dal costo di meno di 10.000 euro, realizzata grazie a tanti amici che ha riscosso successo. Lo stesso multisala ha programmato in questi mesi il film, che porta lo stesso titolo del libro, nel suo circuito nazionale. «Da ottobre il film andrà in dvd e verrà distribuito direttamente dalla associazione in 500 copie numerate - chiude Pescia - il tutto per evitare costi aggiuntivi e destinare tutti i proventi della vendita, come è accaduto per i diritti del libro e per i biglietti pagati dagli spettatori al cinema, all'associazione. Quanto raccolto servirà a far funzionare la scuola per un altro anno ma molto c'è ancora da fare».

joomla template